La Fisica nella vita quotidiana - Atti del ciclo di conferenze
 

La Fisica nella vita quotidiana
Atti del ciclo di conferenze

L'Assemblea generale dell'ONU, con la risoluzione 58/293 del 10 Giugno 2004, ha stabilito di celebrare nel 2005 l' Anno mondiale della Fisica, in occasione del centenario della pubblicazione, avvenuta nel 1905, degli studi di Albert Einstein sulla relatività generale ed i "quanti di luce", due scoperte che rivoluzionarono il XX secolo ed ebbero un impatto profondo sulla vita quotidiana dei cittadini in ogni parte del mondo. L'Università degli Studi di Perugia non ha perso l'occasione di contribuire alle celebrazioni internazionali con un Ciclo di Conferenze "La Fisica nella Vita Quotidiana", che si è svolto tra il maggio 2005 e il febbraio 2006. L'iniziativa è stata coordinata dal Dipartimento di Fisica dell'Ateneo, con il sostegno del Comune di Perugia e della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia e la collaborazione della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Le conferenza hanno ottenuto un significativo successo di pubblico e si sono inserite nel programma degli eventi di celebrazione dei 700 anni di vita dell'Ateneo perugino.

Questo volume, che include un DVD multimediale, raccoglie gli interventi dei ricercatori intervenuti alle conferenze: ciascuno di essi ha contribuito ad evidenziare l'impatto e il rilievo che la Fisica ha avuto e continua ad avere sulla crescita delle scienze in generale e sullo sviluppo della società moderna, fornendo un significativo aiuto all'umanità nell'affrontare e trovare le soluzioni ai problemi e alle sfide del mondo odierno.

"La Fisica nella Vita Quotidiana" Atti del ciclo di conferenze, Stampa da Grafiche Diemme, Curatela da Claudio Ciofi degli Atti, Francesco Paolo Mancini and Sergio Scopetta, l'Università di Perugia, Dipartimento di Fisica, Perugia 2007, pp. 147.
Tra i temi principali trattati, lo sviluppo, grazie alla Fisica, di nuove tecnologie, cure e farmaci in ambito medico, le ricerche nel settore delle risorse energetiche, della conservazione dei beni culturali e dell'ambiente naturale, oltre che i progressi compiuti in ambito astronomico e astrofisico.